Come rinfrescare casa in estate?

come rinfrescare casa in estate

Scopriamo insieme come rinfrescare casa nel periodo estivo ed evitare alte temperature, umidità, notti insonni e bollette elevatissime.

L’estate, con il suo caldo avvolgente, la possibilità di prendere il sole e la prospettiva di vacanze rilassanti, è davvero una stagione magnifica. Tuttavia, con l’aumentare delle temperature, la nostra casa può trasformarsi in un luogo inospitale ove trascorrere il minor tempo possibile. Ecco perché diventa essenziale scoprire come rinfrescare la casa senza dover affrontare costi elevati sulla bolletta energetica.
Tra i metodi più comuni e immediati per ottenere un ambiente fresco, il condizionatore spicca come una soluzione evidente. Esistono vari modelli con diverse potenze, capaci di assicurare il massimo comfort senza un eccessivo impatto sui consumi energetici. Tuttavia, è importante notare che la piena efficienza di un impianto ad aria condizionata può essere compromessa in assenza di un adeguato isolamento termico. Questa problematica si manifesta soprattutto nelle abitazioni costruite tra gli anni ’60 e ’80, periodo in cui si sottovalutava l’importanza di adottare misure atte a mantenere in maniera equilibrata la temperatura interna degli edifici.

L’isolamento termico per raffreddare casa

Immaginare di affrontare il problema del caldo in casa indossando un “soprabito” può sembrare un controsenso, ma basta guardare alle popolazioni sahariane per capire il potenziale benefico di questa scelta. Queste persone indossano abiti di lana per sfruttarne le proprietà isolanti. Lo stesso principio si applica alle abitazioni. L’isolamento termico non è efficace solo durante l’inverno; infatti, secondo il principio dei colori, la facciata di una casa può raggiungere temperature comprese tra i 40 e i 60 gradi, a seconda del colore. Senza un adeguato isolamento, questo calore penetra all’interno dell’abitazione.
Investire in un isolamento termico corretto consente di ottenere un notevole risparmio energetico necessario per il raffreddamento, riducendo gli sprechi. Proteggere la casa attraverso l’isolamento non solo contribuisce a limitare l’inquinamento, ma può anche portare a risparmi fino al 50% sulla bolletta energetica. Quindi, la scelta di isolare la casa è non solo economica ma anche consapevole e rispettosa dell’ambiente che ci circonda, oltre ad offrire una soluzione al quesito “come rinfrescare una casa”.

Come rinfrescare casa senza sprecare energia

Parlare di isolamento del tetto è sempre attuale, ma purtroppo è un aspetto spesso trascurato. Molte persone prendono in considerazione questo intervento solo in presenza di infiltrazioni o quando è necessaria una ristrutturazione completa. Tuttavia, è importante comprendere che il tetto è uno degli elementi fondamentali per garantire il comfort abitativo di una casa. Il calore non entra soltanto attraverso le finestre, ma anche attraverso le pareti esterne e il tetto, che è la superficie maggiormente esposta alle radiazioni solari e al calore.
Le abitazioni in calcestruzzo sono particolarmente soggette a questo problema, poiché il materiale tende a riscaldarsi trasmettendo il calore all’interno della casa. Una scelta intelligente e consapevole per migliorare l’isolamento della propria abitazione è l’utilizzo della fibra di cellulosa. I benefici di questa scelta sono evidenti durante l’inverno, come sottolineato da tecnici e professionisti del settore. Tuttavia, spesso si trascura il fatto che questa decisione contribuisce anche a raffrescare la casa durante la bella stagione.

Come funziona l’isolamento termico per raffreddare la casa

Nella normativa EN 11300, il tema viene sviscerato e sintetizzato in quattro punti essenziali:

  • il calcolo e la verifica del fabbisogno energetico per favorire il raffrescamento estivo
  • La verifica della capacità di una parete opaca di attenuare il flusso termico che la attraversa durante l’arco di una giornata
  • Ombreggiamento delle aperture presenti
  • La ventilazione degli ambienti.

Secondo gli studi condotti, l’applicazione di un sistema a cappotto su una muratura preesistente rappresenta il metodo ottimale per migliorare il controllo sulle temperature interne. È importante notare che questo sistema subisce una considerevole sollecitazione con le temperature elevate, pertanto si consiglia di affidarsi a professionisti del settore che possano prestare particolare attenzione alla fase di installazione. Nel nostro caso, Isolacasa si distingue offrendo come materiale isolante la fibra di cellulosa priva di Sali di Boro. I materiali da noi utilizzati, forniti dall’azienda Thermofloc, sono atossici e rispondono in modo funzionale alle attuali esigenze del mercato.

Per concludere

Un isolamento efficace non è semplicemente resistente alle variazioni climatiche, ma deve essere in grado di rendere un ambiente impermeabile, mantenendolo sempre accogliente e ospitale con il minimo consumo di energia. Isolacasa si impegna a realizzare questo equilibrio nelle abitazioni del Nord/Centro Italia grazie all’attento lavoro dei migliori esperti del settore.

Abbiamo visto come rinfrescare la casa nel periodo estivo sia possibile grazie ad un isolamento adeguato: contattaci per ulteriori informazioni o per fissare un appuntamento con i nostri esperti.