L’isolamento

L’innovativo sistema di isolamento
termoacustico in fibra di cellulosa.
Soluzioni complete per la tua casa:

SOTTOTETTI
E CONTROSOFFITTI
INTERCAPEDINI MURI
E CONTROPARETI

COME, DOVE, PERCHE’

L’isolamento della casa.

Prima di procedere con qualsiasi tipo d’intervento nell’isolare la vostra casa, è bene capire come farlo, perché farlo e il modo più appropriato per ottenere i risultati migliori spendendo meno. Se volete una casa ben isolata, spendere poco e avere risultati diretti, consigliamo di procedere per quest’ordine:

Il tetto

Partendo da una semplice considerazione che il calore si propaga soprattutto verso l’alto, la zona primaria dove bisogna intervenire è senza dubbio il tetto. Qui la dispersione è nell’ordine del 40% – 50%, a seconda del tipo di tetto o sottotetto presente. Ecco perché con una spesa ridotta isoliamo il vostro sottotetto garantendo ottimi risultati, nemmeno paragonabili a quanto si potrebbe avere dalla sostituzione dei serramenti o dalla creazione di un cappotto.

Muri perimetrali

Successivamente, si può intervenire sui muri perimetrali. Qui la dispersione varia dal 25% al 30%, a seconda del tipo di muro presente. Anche qui con un intervento rapido e con una spesa ancora più bassa, riusciamo a garantire ottimi risultati, soprattutto laddove ci sia un’intercapedine vuota che andremo a riempire con l’insufflaggio.

Serramenti

Infine, l’ultima parte dove si può intervenire, sono i serramenti. Anche in questo caso la dispersione del calore varia dal 25% al 30%, a seconda della quantità di porte e finestre presenti. Qui però la spesa dell’intervento per la sostituzione dei vecchi con nuovi serramenti più efficienti, è molto più alta, creando anche in qualche caso diversi problemi: sono a tenuta stagna e non lasciano passare aria; se nella vostra casa non ci sarà un buon ricircolo d’aria, l’umidità aumenterà con una conseguente creazione di muffe.

Dispersione calore a. Copertura 40-50%
b. Muri perimetrali 30%
c. Ventilazione 5-10%
d. Serramenti 25%
e. Scantinato 5%

DOVE ISOLARE

Sottotetti e controsoffitti.

Per isolare viene steso uno strato di materiale isolante sul solaio del sottotetto. Che sia con struttura a nido d’ape o a travi varese, l’isolamento è garantito in tutte le sue parti, anche nelle zone più basse e di difficile accesso.

Nei locali con controsoffitto, l’isolamento con fibra può essere eseguito anche nel vano esistente tra il soffitto e il controsoffitto stesso.


DOVE ISOLARE

Intercapedini muri e contropareti.

Solitamente i muri perimetrali degli edifici sono composti da due file di mattoni; lo spazio tra queste due file si chiama “intercapedine” e un tempo veniva lasciato vuoto. Con la nostra fibra si riempie questo spazio vuoto garantendo un ottimo risultato di isolamento.

In mancanza dell’intercapedine, allo scopo di migliorare la prestazione termica, è possibile realizzare una controparete all’interno dell’edificio, andando a riempire lo spazio vuoto tra la parete e la controparete con la fibra.