Isolamento acustico

Quando si parla di isolamento termico, spesso si considera solamente l’apporto ambientale che questo tipo di intervento può apportare. La casa perde tutta la sua umidità a favore di una temperatura secca e gradevole, si crea una bolla in cui poter godere di fresco in estate e di caldo in inverno e ne guadagna la classe energetica dell’immobile, con conseguente aumento del valore dello stesso.
Spesso, però, ci si dimentica di come questo tipo di ristrutturazione non sia utile solo a questo, ma porti anche tanti altri vantaggi a coloro che ne fanno uso, come, ad esempio, l’isolamento acustico.

La professionalità vince sui metodi fai-da-te

Spesso, le giovani band si ritrovano alla ricerca di un luogo dove poter fare esercizio in gruppo senza causare eccessivo disturbo per i membri delle proprie famiglie. E’ così che scantinati, mansarde e garage di tutta Italia si riempiono di amplificatori e strumenti. Purtroppo, però, le soluzioni isolanti fai-da-te raramente si rivelano efficaci. I contenitori vuoti delle uova, ad esempio, servono per minimizzare l’eco, ma non si rivelano in alcun modo efficaci nel contenere effettivamente il suono. Anche i pannelli fonoassorbenti possono rappresentare una soluzione, ma crearli su misura in casa propria potrebbe essere pericoloso e scarsamente economico. Un’operazione di insufflaggio muraria, invece, potrebbe risultare quello che fa al caso vostro.

Cosa spinge una famiglia a scegliere di isolare acusticamente la propria abitazione

Spesso le buie cantine o le dimenticate mansarde sono un covo di umidità. E’ qui, infatti, che si condensa la maggior parte delle goccioline che contribuiscono a rendere marcia una parete. Ed è anche dove i ragazzi si riuniscono per provare la loro musica. Con un intervento economico ridotto, gli esperti di Isolacasa, che operano nell’Italia del Nord-Est, possono risolvere in un colpo solo diversi tipi di problemi. Il lavoro specialistico, infatti, consiste nell’eseguire opere di insufflaggio a muro, riempiendo lo stesso di un materiale naturale ed isolante come la fibra di cellulosa.
Questo materiale risulta un ottimo isolante, sia termico, sia acustico. In questo modo, con un’unica operazione, sarà possibile ridurre in maniera drastica sia l’impatto sonoro, sia le quantità di umido presenti in casa.

Oltre che per alleviare la presenza di piccoli aspiranti musicisti tra le mura domestiche, la tecnologia dell’insufflaggio può essere utile anche per chi, in casa propria, è alla ricerca della propria privacy. Infatti, non è detto che quest’opera di ristrutturazione debba essere, necessariamente, adattata solo ad ambienti come cantine o soffitte. L’insufflaggio può essere applicato in qualsiasi ambito della casa, dai muri al soffitto, e si può persino creare una pavimentazione isolante.
Tali informazioni si rivelano strettamente necessarie per tutti coloro che vivono in un condominio. In questi ambienti, infatti, i muri tendono ad essere estremamente sottili o costruiti con materiali scarsamente isolanti, sia a livello acustico, sia a livello termico.
Le abitazioni degli anni del grande boom economico, ovvero quelle che sono state edificate tra il sessanta ed ottanta, ancora oggi posseggono diverse mancanze strutturali. In questo caso, l’opera di Isolacasa si rivela fondamentale nel creare il giusto connubio tra una giusta privacy e un ambiente temperato ed asciutto.

L’isolamento: una tecnologia che si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di ambiente

I motivi per ricercare la propria privacy all’interno dei condomini sono molteplici, e possono variare a seconda delle situazioni. Una famiglia con bambini piccoli, ad esempio, potrebbe cercare rifugio da rumori eccessivamente molesti, oppure una coppia di anziani potrebbe volersi isolare dai giovani affittuari universitari che occupano l’altra parte del pianerottolo.
Gli esperti di Isolacasa possono attuare diverse soluzioni a seconda delle necessità. Le mura possono essere riempite della naturale fibra di cellulosa, ideale per attutire i suoni e contenere l’umidità, mentre per quanto riguarda il soffitto si può attuare una soluzione su misura del sottotetto.
In caso di mansarde o cantine, perfino, gli esperti di isolacasa hanno studiato un pavimento calpestabile, ma termoisolante: grazie ad esso si può avere accesso ad intere aree della propria abitazione che, fino a quel momento, risultavano inagibili.

La fibra di cellulosa della Thermofloc: una garanzia di isolamento

La fibra di cellulosa si rivela essere un’ottimo isolante acustico proprio grazie alla sua particolare struttura. Il suono, infatti, si espande nell’ambiente come se fosse un’onda, ed ha bisogno di aria per potersi perpetuare dalla fonte verso l’esterno. La cellulosa agisce da materasso, assorbendo le onde e non permettendo loro il passaggio. In questo modo, l’opera di isolamento acustico può considerarsi completa.
Un’altro punto a favore della fibra utilizzata dagli esperti di Isolacasa è che il produttore di questo materiale naturale è la Thermofloc, azienda torinese leader nel settore. In particolare, il materiale fornito è completamente privo di sali di boro, una polvere utile, ma altamente tossica.
Viene coniugata così, in una sola forza, sia un’esperienza pluriennale nel settore dell’isolamento, sia la qualità di una materia del tutto priva di agenti dannosi per la salute.

I vantaggi economici dell’isolamento

L’isolamento offerto dagli esperti di Isolacasa, dunque, si rivela un’autentica garanzia di fronte alle esigenze di qualsiasi famiglia italiana. Qualsiasi ambiente può essere adeguatamente isolato, e chiunque può godere dei benefici che questo tipo di tecnologia offre.
Inoltre, è anche un tipo di pratica economica e rapida: l’intervento, infatti, viene effettuato in meno di 24h, a fronte di un appuntamento gratuito con uno degli agenti dell’azienda veneta. La fattura finale, inoltre, può essere detratta anche dalle tasse fino al 65%, poiché viene considerata come un’opera di restaurazione incentivata dallo Stato.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Condividi

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Come isolare un intercapedine

L’intercapedine, detto anche muro a cassetta, è definito come lo spazio vuoto che esiste tra la tamponatura esterna e quella interna dei muri perimetrali di

Chiudi il menu