isolare e coimbentare

Come e cosa isolare

Spinti dalla necessità di isolare la propria abitazione spesso valutiamo soluzione dispendiose o che non risolvono completamente i problemi dati dal caldo, dal freddo o dalle muffe.
a. Sottotetto: 50%
 
b. Tetto: 50%
 
c. Muri perimetrali 30%
 
d. Serramenti 25%
 
e. Scantinato 5%
 
a / b

interveniamo nel maggior punto di dispersione termica

sottotetto e tetto

Prima di procedere con qualsiasi tipo d’intervento nell’isolare la vostra casa, è bene capire come farlo, perché farlo e il modo più appropriato per ottenere i risultati migliori. Se volete una casa ben isolata, spendere poco e avere risultati diretti, consigliamo di iniziare dalla parte superiore.

Come tutti sanno calore sale verso l'alto (una cosa ovvia per tutti ormai) quindi limitarsi a presumere che sia sufficiente isolare le pareti perimetrali per ottenere un isolamento efficace oramai non è più sufficiente.

Isolando solo le pareti perimetrali con cappotto termico o con altre tecnologie, pur dando benefici tangibili, otterreste come risoltato il classico e conosciuto "Effetto Camino" dove, il calore non potendo uscire dalle pareti isolate sale verso l'alto ed esce dal tetto e sottotetto. Proprio per questo il primo intervento, come studiato dai nostri tecnici ed ingenieri, deve essere l'isolamento delle coperture.

PER APPROFONDIRE IL METODO DI ISOLAMENTO:
- Isolamento del Sottotetto
- Isolamento Tetto (anche con travi a vista) e Controsoffitti

b

riempimento intercapedine, cappotti e nanocappotti

Muri perimetrali

Secondi per dispersione termica i muri perimetrali, ovvero i muri esterni delle vostre abitazioni, sono il primo pensiero quando si pensa all'isolamento.
Come visto precedentemente però c'è circa un 20% in meno di dispersione termica rispetto al tetto ma non per questo bisogna ignorarli infatti essi rappresentano spesso lo stato di salute della vostra casa: possono essere asciutti e ben isolati oppure riportare macchie di muffe più o meno gravi oppure percepire il caldo o il freddo penetrare dall'esterno.
In commercio ad oggi ci sono molte soluzioni per l'isolamento dei muri come ad esempio cappotti esterni o nanocappotti che richiedono costi elevati e molteplici opere murarie oppure la soluzione da noi proposta ed efficace da decenni il riempimento per insuflaggio del vuoto tra i muri ovvero l'intercapedine.

- Scopri come isolare l'intercapedine o contropareti

c

isolare e coimbentare

Serramenti

Infine, l’ultima parte dove si può intervenire, sono i serramenti. Anche in questo caso la dispersione del calore varia dal 25% al 30%, a seconda della quantità di porte e finestre presenti. Qui però la spesa dell’intervento per la sostituzione dei vecchi con nuovi serramenti più efficienti, è molto più alta, creando anche in qualche caso diversi problemi: sono a tenuta stagna e non lasciano passare aria; se nella vostra casa non ci sarà un buon ricircolo d’aria, l’umidità aumenterà con una conseguente creazione di muffe.